Disinstallazione di un amore

“Non ti voglio. Non ti voglio ora. Non ti voglio più.
Vattene, che almeno così mi salvo io”

“Eternal Sunshine of the Spotless Mind”, per quella strana abitudine italiana di tradurre i titoli dei film un po’ a caso è diventato “Se mi lasci ti cancello”.

Quante volte avrei voluto farlo alla fine delle storie d’amore. Cancellare tutto e avanti.
Non serve con tutti in realtà. Ci sono storie che si chiudono in maniera più o meno serena, basta poco per poter ricominciare ad andare avanti.

E poi… poi ci sono quelle storie che ti tiri dietro per anni. Ritorni di fiamma, secchiate d’acqua sulle fiamme, nuovi incendi. E così via. Finché un giorno, senza un vero motivo, decidi che basta, non ne vale più la pena.

Inizia il processo di disinstallazione. Perché che tu voglia o no, trovarsi davanti ogni 5 minuti qualcosa che ti ricordi di lui, di voi, non lo sopporti. Per fortuna ci sono stati pochi regali tra di noi (anzi, forse io non ne ho proprio ricevuti), quindi tutta la sequela: libri, magliette etc la posso saltare a piè pari. Un solo cd, che manco mi piaceva, pratica archiviata.

Inizia il processo. Preso in mano il cellulare vado in rubrica e cancello il contatto (fortuna dell’era dei telefonini, ricordiamo sempre meno numeri a memoria, probabilmente non lo hai nemmeno inserito manualmente, ti ha fatto uno squillo e lo hai registrato. E così non avendolo memorizzato non capiterà di cadere nella tentazione di richiamarlo), poi passo agli sms e alle chat di whatsapp, una veloce lettura, qualche lacrimuccia e poi “Seleziona tutti” e “cancella”. Via, liberata di parole, dichiarazioni, promesse, liti.

Ma non finisce qui, bisogna accendere il computer. E lì di cose da cancellare ce ne sono.

Tutte le lettere che ti ho scritto e che pochissime volte ti ho mandato. Trascinate nel cestino e cìsvuotato

Tutte le foto. Nonostante io sia contraria, beh, per una volta posso fare un’eccezione. Io non sono Cartier Bresson, nessuno si dispererà se alcune immagini vanno perse. Via pure loro nel paradiso dei file.

Poi si passa alle mail. Quante diamine di mail scriviamo. E allora una bella ricerca col suo indirizzo, seleziona tutti e via nel cestino. Poi si passa nel cestino, rileggo 5 o 6 mail. Mi sono fatta un piantarello, ho cliccato su Seleziona tutto e ho detto alla mail di eliminare definitivamente. Ho detto di essere certa di voler eliminare tutto.

Poi tocca a tutto il mondo della messaggistica. Skype, Msn… etc. Un passaggio veloce, relego il contatto nelle liste bloccate, cancello la cronologia di vecchie conversazioni ed esco.

Ma siamo nell’epoca del 2.0 e quindi si deve affrontare tutto il versante social. A questo punto che fare? Lo releghi in una lista che non può vedere nulla? ma a te nulla impedisce di vedere quando lui è online, i suoi aggiornamenti…. no. Anche in questo caso soluzione drastica. Cancellazione di tutti i messaggi scambiati e dai contatti (bloccato no, è una soluzione che trovo proprio antipatica)

E se la forza di volontà vacilla, e vorresti chiamarlo… il metodo scientifico ha tenuto conto della pigrizia. E così il solo pensiero del giro da fare per recuperare il numero cancellato è venuta in mio soccorso.

Una volta fatto tutto questo… non resta che aspettare che il tempo faccia il suo corso. Ma che fatica l’amore ai tempi della tecnologia.

 

2 thoughts on “Disinstallazione di un amore

  1. Per me, all’epoca, fu una cosa faticosissima. Provate voi a cambiare meccanico, supermercato, assicuratore, panettiere, parcheggio. Che poi, questa era la cosa facile. Il difficile era cambiare casa,visto che era il vicino di pianerottolo. Ma per fortuna ci ha pensato lui, che si vergognava

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...