Questione di percorsi

image

Un appello a tutti gli architetti impegnati nell’ideazione delle nuove stazioni (alta/ media/bassa velocità), chi arriva in stazione deve fare una cosa: prendere un treno.  Molte volte si arriva in stazione all’ultimo momento. Per cui rendere le stazioni un moderno labirinto del Minotauro non è un ottimo servizio. 
Stessa cosa vale per quando scendiamo dal treno. Molte volte abbiamo fretta di arrivare in ufficio, a una riunione, un appuntamento o di riabbracciare i nostri cari. Non cercare di capire quale corridoio ci porterà fuori.
E voi. Voi che poi vi dovete occupare della manutenzione e del decoro delle stazioni. Che vi costa mettere delle indicazioni chiare? Perché matematicamente arrivo sul piazzale sbagliato?
E no. Non venitemi a parlare dell’ansia frenetica di uscire per andare a riunioni, uffici etc. Perché il tempo libero è mio e lo gestisco io. E no, non credo mi faccia bene girare nei corridoi bianchi e vuoti di una modernissima stazione,  come ub pacman col joystick rotto.

4 thoughts on “Questione di percorsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...